L’Ordine degli Ingegneri di Bologna scrive agli uffici tecnici dei Comuni dell’Area Metropolitana chiedendo un chiarimento in merito all’applicazione del c.d. “bonus facciate”, di cui alla legge di bilancio 2020 (Legge 27 Dicembre 2019 n. 160), art. 1 commi da 219 a 224.

In particolare, vista anche la circolare applicativa dell’Agenzia delle Entrate n. 2/E del 14 febbraio 2020, con cui si ribadisce – tra le altre cose – le detrazioni essere riferibili solo a interventi su edifici esistenti situati nelle zone A e B di cui al D.M. 1444 del 1968, precisando che “…la detrazione spetta a condizione che gli edifici oggetto degli interventi siano ubicati in zona A o B ai sensi del decreto ministeriale 2 aprile 1968, n. 1444, o in zone a queste assimilabili in base alla normativa regionale e ai regolamenti edilizi comunali. In particolare, l’assimilazione alle predette zone A o B della zona territoriale nella quale ricade l’edificio oggetto dell’intervento dovrà risultare dalle certificazioni urbanistiche rilasciate dagli enti competenti.

Leggi il documento integrale inviato dall’Ordine ai Comuni dell’Area Metropolitana QUI

La risposta del Comune di San Lazzaro di Savena QUI

La risposta del Comune di San Giovanni in Persiceto QUI

La risposta del Comune di Monzuno QUI

La risposta del Comune di Budrio QUI

La risposta del Comune di Imola QUI 

La risposta del Comune di Calderara di Reno QUI

La risposta dal Comune di Bologna QUI

La risposa dal Comune di Castenaso QUI 

La risposta dal Comune di Lizzano in Belvedere QUI

La risposta dal Comune di Monghidoro QUI

La risposta dell’Unione Reno Galliera QUI

La risposta dal Comune di Vergato QUI

La risposta del Comune di Dozza QUI

L’articolo è in costante aggiornamento, potrete seguire in questa pagina gli sviluppi in merito alla questione “Bonus Facciate”

 

Share This