Privacy Policy

Informativa ex art.13 Regolamento UE 679/2016 per il trattamento di dati personali
Desideriamo informarVi che il Regolamento Europeo 679/2016, noto anche come GDPR (General Data Protection Rule, nel seguito denominato anche, per semplicità, “Regolamento” o “GDPR”), relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali, prevede la tutela delle persone fisiche rispetto al trattamento dei dati personali.
Secondo la suddetta normativa, i trattamenti di dati personali oggetto della presente informativa effettuati dall’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Bologna (“Titolare del Trattamento”) – nel seguito denominato anche, per semplicità “Ordine” – saranno improntati ai principi di correttezza, liceità, trasparenza, pertinenza, non eccedenza rispetto alle finalità per le quali i suddetti dati vengono raccolti e di tutela della Vostra riservatezza e dei Vostri diritti.

Tipologie di dati personali trattati

Il Titolare del trattamento tratta dati personali relativi a:

  • Ingegneri iscritti all’Albo, compresi coloro che hanno fatto richiesta di iscrizione e coloro che lo sono stati, ma non lo sono più;
  • Persone fisiche rappresentanti di Fornitori o di Terzi (ad es. fornitori convenzionati per la fornitura di prodotti e servizi agli iscritti);
  • Partecipanti ai corsi di formazione (persone anche non iscritte all’Ordine degli Ingegneri di Bologna), docenti, relatori di seminari e convegni, persone fisiche rappresentanti di Clienti (ad es. Sponsor di eventi);
  • Dipendenti e collaboratori interni all’Ordine;
  • Candidati che trasmettono il loro curriculum vitae al fine di instaurare rapporti di collaborazione con Ingegneri iscritti all’Albo, Studi professionali, Società di Ingegneria, ecc.

Suddetti dati personali normalmente non rientrano in “particolari categorie di dati” (i c.d. “dati sensibili” o “dati giudiziari”), se si esclude alcuni dati dei soggetti di cui ai punti 1, 4 e 5 sopra elencati. In particolare, possono essere trattati dati relativi allo stato di salute (ad es. per l’esenzione dagli obblighi di formazione) e giudiziari (es. posizione del casellario giudiziario al momento dell’iscrizione all’Ordine).
I dati personali trattati sono normalmente acquisiti presso l’interessato, ma potrebbero talvolta essere stati comunicati all’Ordine da altri soggetti autorizzati (altri Ordini professionali).
Qualunque sia stata l’origine della raccolta dei dati personali, ai sensi degli articoli 13 e 14 del Regolamento UE 679/2016, Vi forniamo le seguenti informazioni.

Finalità di trattamento dei dati personali

I dati personali degli Ingegneri iscritti all’Albo dell’Ordine di Bologna vengono trattati per fini istituzionali, per gestire tutte le attività inerenti la gestione dell’Albo ed i servizi connessi, disciplinati da norme di legge e regolamenti interni. Tra essi il mantenimento dell’Albo e dei relativi dati, la comunicazione dei dati personali degli iscritti al CNI per la pubblicazione nell’Albo Unico, la gestione dei pagamenti delle quote di iscrizione, l’amministrazione dell’Ordine, le attività delle Commissioni e tutti i servizi erogati agli iscritti. Vengono inoltre gestiti i dati relativi agli eventi formativi organizzati da questo Ordine, per i quali si rimanda anche all’informativa specifica del sito www.iscrizioneformazione.it.
I dati personali di altri soggetti non iscritti all’Ordine di Bologna e di alcuni iscritti – a seconda dei casi – verranno trattati per adempiere obblighi contrattuali o di legge, oppure per legittimo interesse dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Bologna, per le seguenti finalità.
Per adempiere requisiti contrattuali e/o obblighi di legge:

  • fornire i servizi previsti dai rapporti contrattuali in essere fra l’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Bologna e persone fisiche che rappresentano Clienti, quali sponsor di eventi, partecipanti a corsi a pagamento, ecc.;
  • provvedere a tutti gli adempimenti contabili e fiscali relativi al rapporto contrattuale con Clienti o Fornitori;
  • ottemperare a tutti gli obblighi in materia di diritto del lavoro relativamente alla gestione dei rapporti con dipendenti e collaboratori dell’Ordine;
  • fornire le informazioni e/o inviare comunicazioni relative ai servizi erogati oppure ai prodotti e/o servizi da acquistare o collaborazioni da instaurare con Fornitori – sia in fase precontrattuale, sia successivamente alla conclusione del contratto – e/o attività da organizzare con soggetti Terzi;
  • stipulare convenzioni per gli iscritti con fornitori di prodotti e servizi;
  • mettere in comunicazione persone in cerca di lavoro con studi e aziende che offrono lavoro attinente alle professioni ingegneristiche;

Per legittimo interesse del Titolare:

  • inviare le informazioni sui servizi forniti dall’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Bologna, che possono essere ritenute di interesse per gli iscritti ed altri soggetti interessati;
  • gestire le attività delle Commissioni qualora vi partecipino soggetti non iscritti all’Ordine di Bologna;
  • verificare la qualità dei servizi offerti, preferibilmente in forma anonima;
  • tutela del credito.

I curricula trasmessi da candidati al fine di instaurare nuovi rapporti di lavoro dovranno contenere l’autorizzazione al trattamento dei dati personali ivi contenuti per poter dar seguito alla richiesta.

Modalità di trattamento dei dati personali

I trattamenti saranno effettuati manualmente o con l’ausilio di mezzi elettronici e comprendono, nel rispetto dei limiti e delle condizioni poste dagli Articoli 2, 3 e 4 del Regolamento UE 679/2016, tutte le operazioni, o complesso di operazioni, previste dallo stesso Regolamento con il termine “trattamento”.
I dati personali saranno conservati sia su supporto cartaceo, sia su supporto digitale, per il periodo necessario ad assolvere alle finalità sopra indicate, in particolare per espletare tutti gli obblighi legali, adempiere agli impegni contrattuali ed istituzionali. Di norma laddove esiste un obbligo contrattuale i dati personali vengono conservati per almeno dieci anni dalla cessazione di ogni rapporto contrattuale.
I dati degli Ingegneri non più iscritti all’Albo vengono conservati per dieci anni dopo la data di cancellazione.

Le modalità di trattamento dei dati personali prevedono l’adozione di adeguate misure di sicurezza per proteggere la riservatezza, l’integrità e la disponibilità dei dati conservati su supporto informatico o cartaceo. Tali misure sono state valutate idonee a seguito dell’analisi di tutti i rischi – valutati considerando le relative gravità delle conseguenze e probabilità di verificarsi – che incombono sui dati personali trattati e le persone fisiche cui si riferiscono.
Nello specifico, i dati personali appartenenti a “categorie particolari di dati” (cfr. Art. 9 del Regolamento UE 679/2016) e i dati di tipo giudiziario sono oggetto di misure di sicurezza superiore rispetto agli altri dati personali.
Il conferimento dei dati è:

  • obbligatorio per i trattamenti di cui ai punti a), b), c), d), e), f) sopra riportati; in tale caso l’eventuale rifiuto di fornire tali dati potrebbe comportare la mancata o parziale adempimento dei requisiti contrattuali o degli obblighi istituzionali.
  • facoltativo per i trattamenti di cui ai punti g), h), i) sopra riportati; in tale caso l’eventuale rifiuto di fornire tali dati, o la successiva richiesta di cancellazione o limitazione del trattamento, non ha alcuna conseguenza sul rispetto dei requisiti contrattuali e gli obblighi istituzionali, ma potrebbe impedire di ricevere in futuro informazioni sulle attività dell’Ordine e sui servizi erogati.

Comunicazione dei dati personali a terzi

In generale i dati non saranno comunicati ad altri soggetti esterni ad Ordine degli Ingegneri della Provincia di Bologna. In caso di esistenza di un rapporto contrattuale, i dati necessari per adempiere agli obblighi di legge potranno essere comunicati a consulenti fiscali e/o legali, enti previdenziali, banche ed assicurazioni oppure all’Autorità Giudiziaria, unicamente per le finalità legate alla gestione del rapporto contrattuale e per adempiere a requisiti di legge.
I dati personali non saranno in genere soggetti a diffusione, salvo i casi di pubblicazione dei dati dell’Albo e di altri obblighi normativi legati alla trasparenza.
L’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Bologna si impegna a non cedere mai i dati personali dei propri iscritti, clienti, fornitori e partner a terzi, senza il consenso esplicito dell’interessato.
I dati personali non saranno trasferiti al di fuori dell’Unione Europea e non saranno soggetti a profilazione.
Alcuni dati personali degli iscritti – oltre a quelli già soggetti a diffusione – potranno essere comunicati al CNI, INARCASSA, ad altri Enti Pubblici, a Società di riscossione dei Pagamenti, a fornitori e partner per l’organizzazione di eventi formativi e servizi digitali. Laddove ne sussistano i requisiti tali soggetti esterni sono designati Responsabili esterni al Trattamento dei Dati Personali
I dati personali di iscritti ed altri soggetti non iscritti all’Ordine di Bologna che figurano come Clienti, Fornitori o Partner Terzi dell’Ordine potranno essere comunicati a Studi di consulenza fiscale, Studi Legali, fornitori per l’organizzazione di eventi formativi, comunque per l’espletamento delle finalità sopra indicate.

Titolare del trattamento

Ordine degli Ingegneri della Provincia di Bologna
Strada Maggiore 13 – 40125 Bologna – Telefono 051 235412 – Fax 051 230001
e-mail: segreteria@ordingbo.it – PEC: ordine.bologna@ingpec.eu

Responsabile della protezione dati

Il responsabile della protezione dati designato (RPD o DPO, Data Protection Officer, secondo art.37, par.7 del Regolamento UE 2016/679) è: ing. Fabrizio Di Crosta, contattabile all’indirizzo di posta elettronica dpo@ordingbo.it oppure presso la sede dell’Ordine.

Diritti dell’interessato

In ogni momento, Voi potrete esercitare i Vostri diritti  nei confronti del Titolare del trattamento, ai sensi degli articoli 15 (“Diritti di accesso dell’interessato”: diritto di conoscere quali dati personali sono trattati), 16 (“Diritto di rettifica”: diritto a richiedere la modifica dei dati personali), 17 (“Diritto alla cancellazione”: diritto a richiedere la cancellazione dei propri dati personali, laddove non esistano obblighi di legge contrari) e 18 (“Diritto di limitazione di trattamento”: diritto a limitare il trattamento solo per determinate finalità e per periodi di tempo limitati) del Regolamento UE 679/2016 – che riproduciamo in calce- indirizzando la richiesta al predetto indirizzo del Titolare del Trattamento o del Responsabile della Protezione Dati,  ai fini dell’esercizio dei suddetti diritti. Con le stesse modalità potrete revocare il Vostro consenso – se previsto – per i trattamenti di dati personali che Vi riguardano.
È inoltre possibile proporre un reclamo circa il trattamento dei dati personali effettuato dall’Ordine all’Autorità di Controllo Nazionale, ovvero al Garante per la Protezione dei Dati Personali (www.garanteprivacy.it).

Regolamento UE 679/2016 artt. 15-16-17-18

Articolo 15 – Diritto di accesso dell’interessato

1. L’interessato ha il diritto di ottenere dal titolare del trattamento la conferma che sia o meno in corso un trattamento di dati personali che lo riguardano e in tal caso, di ottenere l’accesso ai dati personali e alle seguenti informazioni:
a) le finalità del trattamento;
b) le categorie di dati personali in questione;
c) i destinatari o le categorie di destinatari a cui i dati personali sono stati o saranno comunicati, in particolare se destinatari di paesi terzi o organizzazioni internazionali;
d) quando possibile, il periodo di conservazione dei dati personali previsto oppure, se non è possibile, i criteri utilizzati per determinare tale periodo;
e) l’esistenza del diritto dell’interessato di chiedere al titolare del trattamento la rettifica o la cancellazione dei dati personali o la limitazione del trattamento dei dati personali che lo riguardano o di opporsi al loro trattamento;
f) il diritto di proporre reclamo a un’autorità di controllo;
g) qualora i dati non siano raccolti presso l’interessato, tutte le informazioni disponibili sulla loro origine;
h) l’esistenza di un processo decisionale automatizzato, compresa la profilazione di cui all’articolo 22, paragrafi 1 e 4, e, almeno in tali casi, informazioni significative sulla logica utilizzata, nonché l’importanza e le conseguenze previste di tale trattamento per l’interessato.

2. Qualora i dati personali siano trasferiti a un paese terzo o a un’organizzazione internazionale, l’interessato ha il diritto di essere informato dell’esistenza di garanzie adeguate ai sensi dell’articolo 46 relative al trasferimento.

3. Il titolare del trattamento fornisce una copia dei dati personali oggetto di trattamento. In caso di ulteriori copie richieste dall’interessato, il titolare del trattamento può addebitare un contributo spese ragionevole basato sui costi amministrativi. Se l’interessato presenta la richiesta mediante mezzi elettronici, e salvo indicazione diversa dell’interessato, le informazioni sono fornite in un formato elettronico di uso comune.

4. Il diritto di ottenere una copia di cui al paragrafo 3 non deve ledere i diritti e le libertà altrui.

Articolo 16 – Diritto di rettifica
L’interessato ha il diritto di ottenere dal titolare del trattamento la rettifica dei dati personali inesatti che lo riguardano senza ingiustificato ritardo. Tenuto conto delle finalità del trattamento, l’interessato ha il diritto di ottenere l’integrazione dei dati personali incompleti, anche fornendo una dichiarazione integrativa.

Articolo 17 – Diritto alla cancellazione («diritto all’oblio»)

1. L’interessato ha il diritto di ottenere dal titolare del trattamento la cancellazione dei dati personali che lo riguardano senza ingiustificato ritardo e il titolare del trattamento ha l’obbligo di cancellare senza ingiustificato ritardo i dati personali, se sussiste uno dei motivi seguenti:
a) i dati personali non sono più necessari rispetto alle finalità per le quali sono stati raccolti o altrimenti trattati;
b) l’interessato revoca il consenso su cui si basa il trattamento conformemente all’artico-lo 6, paragrafo 1, lettera a), o all’articolo 9, paragrafo 2, lettera a), e se non sussiste altro fondamento giuridico per il trattamento;
c) l’interessato si oppone al trattamento ai sensi dell’articolo 21, paragrafo 1, e non sussiste alcun motivo legittimo prevalente per procedere al trattamento, oppure si oppone al trattamento ai sensi dell’articolo 21, paragrafo 2;
d) i dati personali sono stati trattati illecitamente;
e) i dati personali devono essere cancellati per adempiere un obbligo legale previsto dal diritto dell’Unione o dello Stato membro cui è soggetto il titolare del trattamento;
f) i dati personali sono stati raccolti relativamente all’offerta di servizi della società dell’informazione di cui all’articolo 8, paragrafo 1.

2. Il titolare del trattamento, se ha reso pubblici dati personali ed è obbligato, ai sensi del paragrafo 1, a cancellarli, tenendo conto della tecnologia disponibile e dei costi di attua-zione adotta le misure ragionevoli, anche tecniche, per informare i titolari del trattamento che stanno trattando i dati personali della richiesta dell’interessato di cancellare qualsiasi link, copia o riproduzione dei suoi dati personali.

3. I paragrafi 1 e 2 non si applicano nella misura in cui il trattamento sia necessario:
a) per l’esercizio del diritto alla libertà di espressione e di informazione;
b) per l’adempimento di un obbligo legale che richieda il trattamento previsto dal diritto dell’Unione o dello Stato membro cui è soggetto il titolare del trattamento o per l’esecuzione di un compito svolto nel pubblico interesse oppure nell’esercizio di pubblici poteri di cui è investito il titolare del trattamento;
c) per motivi di interesse pubblico nel settore della sanità pubblica in conformità dell’articolo 9, paragrafo 2, lettere h) e i), e dell’articolo 9, paragrafo 3;
d) a fini di archiviazione nel pubblico interesse, di ricerca scientifica o storica o a fini statistici conformemente all’articolo 89, paragrafo 1, nella misura in cui il diritto di cui al paragrafo 1 rischi di rendere impossibile o di pregiudicare gravemente il consegui-mento degli obiettivi di tale trattamento; o
e) per l’accertamento, l’esercizio o la difesa di un diritto in sede giudiziaria.

Articolo 18 – Diritto di limitazione di trattamento

1. L’interessato ha il diritto di ottenere dal titolare del trattamento la limitazione del trattamento quando ricorre una delle seguenti ipotesi:
a) l’interessato contesta l’esattezza dei dati personali, per il periodo necessario al titolare del trattamento per verificare l’esattezza di tali dati personali;
b) il trattamento è illecito e l’interessato si oppone alla cancellazione dei dati personali e chiede invece che ne sia limitato l’utilizzo;
c) benché il titolare del trattamento non ne abbia più bisogno ai fini del trattamento, i dati personali sono necessari all’interessato per l’accertamento, l’esercizio o la difesa di un diritto in sede giudiziaria;
d) l’interessato si è opposto al trattamento ai sensi dell’articolo 21, paragrafo 1, in attesa della verifica in merito all’eventuale prevalenza dei motivi legittimi del titolare del trattamento rispetto a quelli dell’interessato.

2. Se il trattamento è limitato a norma del paragrafo 1, tali dati personali sono trattati, salvo che per la conservazione, soltanto con il consenso dell’interessato o per l’accertamento, l’esercizio o la difesa di un diritto in sede giudiziaria oppure per tutelare i diritti di un’altra persona fisica o giuridica o per motivi di interesse pubblico rilevante dell’Unione o di uno Stato membro.

3. L’interessato che ha ottenuto la limitazione del trattamento a norma del paragrafo 1 è informato dal titolare del trattamento prima che detta limitazione sia revocata.

Share This