Si distinguono per qualità, innovazione e concretezza le Commissioni dell’Ordine degli Ingegneri di Bologna.

È di questi mesi la costituzione e insediamento del nuovo gruppo di lavoro “Estimo Immobiliare” di cui l’ing. Roberto Pancotti è Referente per il Consiglio mentre l’ing. Giuseppe Guarino è Coordinatore. Al momento risulta la prima e unica Commissione a livello regionale e nazionale impegnata nell’analisi del mercato immobiliare nei suoi molteplici aspetti e dei relativi trend.

Necessario che oggi gli ingegneri integrino ed approfondiscano le proprie competenze anche attraverso una specifica formazione incentrata sullo studio della dottrina estimativa classica e di quella più recente, sviluppatasi anche a seguito dell’entrata in vigore degli standard di valutazione nazionali ed internazionali.

Per un corretto approccio della materia estimativa è nata l’esigenza di istituire presso l’Ordine degli Ingegneri di Bologna una Commissione di Estimo Immobiliare che si pone l’obiettivo di enucleare gli aspetti principali sui quali gli ingegneri devono incentrare la propria competenza al fine di poter elaborare giudizi di stima, nei vari settori, in base proprio alla cosiddetta “buona prassi delle valutazioni”.

“Sempre più di frequente, ed in particolare in questi ultimi anni, sia dalle istituzioni pubbliche, sia dal sistema bancario, sia dalle imprese che dai singoli privati cittadini è emersa la crescente esigenza di poter disporre di stime immobiliari, stime industriali e stime dei beni intangibili” – spiegano il referente e coordinatore rispettivamente Ing. Pancotti e Ing. Guarino.

Si sono, pertanto, costituite società di servizi, nonché associazioni e gruppi di professionisti che direttamente si sono attivati in questo settore. A nostro avviso – aggiungono  – gli ingegneri hanno conoscenze in questo specifico campo (dagli stessi molto spesso sottovalutato) proprio per la loro formazione e preparazionetecnica/professionale, ma, vista la competizione venutasi giustamente a creare tra le diverse figure interessate all’ambito di cui si discute, tali  caratteristiche non risultano sufficienti per essere un estimatore adeguato all’odierna realtà”.

La Commissione Estimo è la prima a livello nazionale.
La città di Bologna con il suo Ordine ancora una volta confermano la capacità di guardare con innovazione al futuro della professione dell’ingegnere.

Abbiamo certezza che a livello regionale e quindi di Federazione non esiste una Commissione simile, essendo stato il tema spesso e sinora non considerato tra le materie principali dell’ingegnere. Oggi, viceversa, con l’avvento di apposite norme e standard internazionali, si rende necessario uno studio più approfondito e condiviso della materia, per evitare di incappare in relazioni peritali avulse dalle metodologie ritenute come valide a livello internazionale.

A livello nazionale, invece, per quella che è la nostra conoscenza non abbiamo ancora avuto notizie della presenza di una Commissione simile, sebbene non possiamo prendere questo dato come certezza in quanto non tutti gli Ordini provinciali pubblicano sui propri siti istituzionali tutte le Commissioni attive. Viceversa, possiamo dare come notizia certa l’istituzione attraverso il CNI di un tavolo tecnico incentrato sulla materia estimativa, di cui il Consigliere Ing. Pancotti ne è coordinatore e che proprio ora sta muovendo, come la nostra Commissione, i suoi primi passi.

Quali iniziative avete in programma per il 2020?

Ci siamo resi conto che i temi da trattare e le occasioni di approfondimento possono essere molte. Nonostante il mutamento delle nostre abitudini sociali a causa di questa emergenza sanitaria, abbiamo stilato una bozza di programma piuttosto fitta, che si svilupperà, oramai dopo l’estate sino a Settembre 2021, data in cui si rinnoverà il Consiglio del nostro Ordine e dunque termine oltre cui non abbiamo voluto spingerci.

È prematuro divulgare la scaletta degli eventi, ma in linea generale l’intenzione del gruppo di lavoro è quella di approfondire prima la parte teorica, al fine di rinfrescare i concetti fondamentali su cui si basa la materia estimativa, analizzare i concetti economici che influenzano le nostre stime, per poi analizzare le norme e gli standard internazionali in auge, sino a sviluppare i concetti più legati alla pratica quotidiana, con la vision di ricreare una sorta di percorso formativo per ingegneri dall’alto livello di conoscenza, capacità e professionalità.

Mentre alcuni colleghi sono già al lavoro per il primo evento, che emergenza sanitaria permettendo avremmo intenzione di fissare in Ottobre 2020, spicca sicuramente nel programma l’incontro con Nomisma nel mese di Dicembre 2020, con cui il nostro Ordine ha siglato una importante convenzione che porterà benefici ai nostri iscritti. Insieme alla stessa Società di ricerca e consulenza economica nel dicembre 2019 l’Ordine degli Ingegneri ha organizzato l’evento Analisi del mercato immobiliare e strategie urbane che ha avuto grande successo di partecipazione.

Chi può aderire alla Commissione e in che modo?

Siamo consapevoli che promuovere e coinvolgere gli iscritti in questa situazione di ripresa dall’emergenza sanitaria non è facile. Ciò va chiaramente a discapito della diffusione e condivisione con i colleghi di notizie, informazioni e conoscenze reciproche; insomma manca il ritrovo nella sala d’attesa del nostro Ordine per il classico “scambio di opinioni” per quanto esso potesse essere casuale o programmato.

Non manca però la nostra volontà e disponibilità di coinvolgere tutti gli iscritti interessati, che già si occupano o che vogliono occuparsi della materia.

Per questo è possibile approfondire collegandosi alla pagina della Commissione Estimo Immobiliare. Insieme capiremo come valorizzare i diversi interessati nel tavolo di lavoro: se negli incontri di Commissione aperti a tutti, piuttosto che nel gruppo di lavoro, al momento ristretto a coloro che contribuiscono concretamente alle attività della commissione.

Share This